Architettura ad assetto variabile

Architettura ad assetto variabile

Carlo Carmine Falasca
Editore: Alinea
ISBN-10: 8881253771
ISBN-13: 978-8881253777
Viviamo un tempo di trasformazioni continue con ritmi mai verificati prima d’ora che determinano instabilità nei comportamenti e nei modi d’uso dello spazio. Si è sempre più coscienti che tutto si fa provvisorio, che nessun assetto possa ritenersi definitivo: un profondo senso di incertezza pervade i nostri propositi e rende ogni nostra azione temporanea, atopica, pluridirezionata. E allora, quale progetto in tale prospettiva? Quello proteso a dar forma una volta per tutte, o quello adattivo al fluire degli eventi?
La riflessione alla quale siamo sospinti da tali interrogativi, ha alle spalle un’esperienza di rilevanza internazionale che però ha interessato una ristretta cerchia di curiosi senza mai riuscire a far breccia, se non marginalmente on in determinate circostanze storiche, nel dibattito sui grandi temi dell’abitare. E’ quella delle architetture provvisorie, troppo superficialmente associate ai soli eventi calamitosi e poco considerate per il lor spessore culturale e la loro carica innovativa. E’ sembrato pertanto doveroso, oltre che opportuno, ripercorrere il processo evolutivo che ha accompagnato il manufatto edilizio mobile dalla nozione di unità elementare a quella di sistema per la realizzazione di veri e propri habitat adattivi al variare dei fabbisogni, dei comportamenti e dei luoghi.
Un repertorio di idee, di esperimenti e di esperienze, articolato per tipi di realizzazione alle caratteristiche tecniche degli involucri, conduce a prendere coscienza dell’alto livello prestazionale raggiunto dai modelli più evoluti in termini di qualità ambientale e tecnologica, dello stato della ricerca nel momento attuale, e in particolar modo delle potenzialità di sviluppo del patrimonio di conoscenze acquisiste.
Il volume conclude inquadrando le ragioni culturali che portano a prefigurare un’architettura della contemporaneità dai confini sempre più labili tra ciò che è provvisorio e ciò che è stabile. L’ultimo capitolo vuol essere uno stimolo a sviluppare attraverso il progetto le possibilità di trasferimento ai sistemi stabili, degli apparati metodologici e tecnici maturati nell’ambito dei sistemi mobili.

Maco Technology srl
Via Ugo La Malfa, 86/88 - 25050 Provaglio d'Iseo (Brescia - Italy)
Tel: +39 030 9823 869 | Mail: info@macotechnology.com
C.F., P.IVA e N. Iscrizione CCIAA di BS: 03428800985 | REA: BS-533509 | Capitale Sociale: Euro 90.000,00 i.v.
Informativa Privacy | Informativa Cookies | Web design by Voxart