Progettazione e realizzazione del padiglione “Off the Cuff”

Progettazione e realizzazione del padiglione “Off the Cuff”

Durante l’ottava edizione della conferenza internazionale sui Textile Composites and Inflatable Structures – Structural Membranes 2017, tenutasi a Monaco di Baviera dal 9 all’11 Ottobre 2017, Maco Technology ha presentato il padiglione “Off The Cuff” per il salone del mobile di Milano 2017.

L’articolo presenta le sfide affrontate nel progettazione e nella realizzazione del padiglione disegnato dal prestigioso studio di architettura newyorkése Diller Scofidio + Renfro per l’esposizione “A Matter of Perception: LINKING MINDS” organizzata DAMNº e Mosca Partners a Palazzo Litta per il FuoriSalone2017.

L’originale installazione è composta da 300 paia di jeans rappresenta e riflette diverse dimensioni. Mentre i pantaloni in sé rimandano alla dimensione umana in relazione all’ambiente costruito, la struttura contorta e reticolare dà il senso di un’architettura collettiva e di comunità.

“L’aspetto affascinante di questo particolare concetto è che è possibile usare i componenti come elementi di trazione, ma anche riempire i pantaloni per usarli come elemento pneumatico in grado di contenere aria, proprio come i pantaloni contengono in genere muscoli e grasso. Essendo dotati di due gambe e una vita, hanno una struttura logica implicita e abbiamo cercato di capire come avremmo potuto combinare queste unità collegandone le estremità per dare vita a una struttura elastica simile a una rete”, piega Liz Diller.

Formalmente, la copertura ricorda il reticolo di padiglioni con stampe tridimensionali che è diventato il tratto distintivo dei festival; quest’opera però è stata realizzata secondo processi e con materiali tradizionali. Il connubio tra il tessuto di jeans e le qualità tattili della struttura realizzata a mano richiama subito alla mente i palazzi italiani. Questi cortili rinascimentali sono sempre stati spazi a cavallo tra pubblico e privato. Il jeans è il simbolo dell’uomo comune e ha anche una sua storia. In origine, infatti, venne impiegato per produrre le tende in cui dormivano i cercatori all’epoca della Corsa all’Oro in California e fu poi riciclato per la realizzazione di pantaloni robusti. Tutte queste suggestioni daranno senz’altro vita a innumerevoli interpretazioni della copertura in jeans, che diventerà così un luogo di conversazioni vivaci per i visitatori che vorranno rilassarsi e scambiarsi qualche idea godendo del suo riparo.

BECCARELLI P. and MAFFEI R., 2017. Engineering and fabrication of the “Off the Cuff” pavilion, Fuorisalone 2017, Milan In: Structural Membranes 2017 VIII International Conference on Textile Composites and Inflatable Structures 9-11 October 2017, Munich, Germany.

Abstract
The paper presents the engineering and fabrication of the “Off The Cuff” pavilion designed by Diller Scofidio + Renfro for the exhibition “A Matter of Perception: LINKING MINDS” organised by DAMNº and Mosca Partners at Palazzo Litta for the FuoriSalone2017. The roof canopy is composed of 300 pairs of jeans. DS+R deploys the jeans as ready-mades, intentionallymisusing and translating them from the context of the human body into an architectural module. The design exploits the implicit structurallogic of the jeansconnecting them waist-to-waist and cuff-to-cuff to create a tensile, catenary diagrid that spans the open space of the courtyard. The net gives the impression of a body imprinted in space, but one also defamiliarisedby repetition. As an architectural figure, the net springs across the courtyard, describing a collective ethos; as a series of modular parts, the jeans point to the individual human dimension. A contemporary folly in the bracketed context of monumental classicism, the canopy stitches together two vital scales of urban life. The authors, with Maco Technology srl as main contractor and the University of Nottingham as structural consultant, worked as project managers for the pavilion supporting DS+R from the progressive development of the initial idea to the fabrication and installation of the pavilion. The activity here presented included the refining the preliminary engineering design done by Thornton Tomasetti and the selection of the suppliers.

Seguici sui Social:
Maco Technology srl
Via Ugo La Malfa, 86/88 - 25050 Provaglio d'Iseo (Brescia - Italy)
Tel: +39 030 9823 869 | Mail: info@macotechnology.com
C.F., P.IVA e N. Iscrizione CCIAA di BS: 03428800985 | REA: BS-533509 | Capitale Sociale: Euro 90.000,00 i.v.
Informativa Privacy | Informativa Cookies | Web design by Voxart